_________ALASSIO RESURRECTION_________

sabato 3 luglio 2010

Truffa nel budello



Dopo i venditori ambulanti di merce contraffatta, i massaggiatori da spiaggia, gli accattoni, dopo quelli che vendono le rose e quelli della pallina che si spatascia in terra, quelli delle firme poi penna poi soldi ai tossici, dopo il pappagallo che gioca la bolletta e i napoletani (e non solo) che vendono il cocco e dopo gli immancabili ladruncoli da appartamento ecco finalmente due ragazze che truffano ignari turisti nel budello sotto gli occhi di tutti. Questa cosa però non mi va giù... non sono contro le truffe, ci mancherebbe, ma sentire queste due chiedere i soldi ai turisti per "le povere giovani madri di Alassio in difficoltà" (con tanto di cartellino comunale fatto con paint) mi ha mandato in bestia... ma come manco fossimo a Calcutta... ma che faccia tosta... no dai, mi riferisco a voi due: per piacere cambiate almeno la modalità non so vendete le piastrelle del muretto, o un box, o la ricetta segreta di Balzola ma non toccate le madri di Alassio e che c...o! Comunque le autorità sono state avvisate ma tanto loro saranno già a Loano o Sanremo..... Peace.


AndreAr

3 commenti:

  1. Ignobile e deprecabile... Spero di incontrarle in questi giorni...

    RispondiElimina
  2. Ahhhh non ci credo

    RispondiElimina
  3. bravo il nostro reporter, in prima linea come sempre.
    speriamo che le forze dell'ordine possano fare qualcosa, perchè è una truffa insopportabile.

    RispondiElimina